• ROMEO FERRERO

Fiera del Libro di Montecarlo Grimaldi Forum 16-17 aprile 2022 .Focus Conferenza, in italiano

Domenica 17 aprile alle ore 11 Roberta Apicella presenterà due fra gli otto autori italiani presenti nella nuovissima sezione internazionale di questa 11a Fiera del Libro di Monaco.

Conferenza tra gli scrittori DIEGO ROSSI e CORRADO RAMELLA che parleranno del loro libro “Azzurre” Dal colle di Tenda all'entroterra di Bordighera, editore Fusta, e l’autore MINDAUGAS DEUTHERONOMIUS che presenterà il suo romanzo giallo “La generazione del pesce crudo”, opera pubblicata dalla casa editrice Albatros nella collana Nuove Voci, sezione thriller.

Diego Rossi e Corrado Ramella, escursionista ed esploratore esperto il primo, libraio e appassionato di storia locale il secondo, in questa guida ci accompagnano alla scoperta di una zona transfrontaliera che riserva enormi sorprese ai viaggiatori, sia che essi cerchino luoghi di interesse storico, archi-tettonico e artistico, sia che preferiscano cimentarsi nel trekking o in avvincenti pe-dalate in bicicletta.

Mindaugas Deutheronomius con l'opera “La generazione del pesce crudo” racconta come una serie di efferati delitti sconvolga la splendida cittadina di Santa Pagaia Marina ed in particolare il glorioso albergo “Villa Regia”, punta di diamante della Riviera e sede della locale sezione della Federazione Italiana Bridge. L'hotel, un tempo meta prediletta di clienti eleganti, preparati, colti e raffinati, ora è purtroppo frequentato da individui maleducati ed ignoranti, arricchitisi a dismisura soltanto grazie a comportamenti assolutamente discutibili. Questa nuova categoria sociale sta purtroppo affermandosi sempre di più, invadendo quei luoghi un tempo ad essa preclusi quando per avere successo occorreva possedere serietà e rigore morale anziché informazioni ricattatorie e spregiudicatezza. I nuovi ospiti spadroneggiano dunque al “Villa Regia” con losche intenzioni e l'albergo è costretto ad accoglierli perché ormai quasi soltanto gente di tal risma può permettersi di frequentare luoghi così costosi a causa degli elevatissimi oneri impropri cui sono sottoposti. Questi soggetti, che ormai possono comprare tutto, sentono però il disperato bisogno dell'unica cosa che ancora non hanno, la rispettabilità, e nel vano tentativo di conquistarla con ogni mezzo non esitano a calpestare chiunque si frapponga sul loro cammino come pure a seguire acriticamente le mode del momento, ostentando spudoratamente ricchezza e consumando quantità esagerate di pesce crudo, abitudine che risulterà loro fatale. Morti naturali oppure omicidi?. Un giallo ramificato e brillante, cucito addosso a personaggi indimenticabili, metafora di come la vita sia ormai diventata una sorta di scuola al contrario dove chi trasgredisce va avanti e chi si comporta bene resta indietro. Una lettura avvincente piena di sorprese, suspense e colpi di scena che fanno riflettere sull'ingiustizia, sul degrado del tempo corrente e sulla necessità di una drastica inversione di tendenza per ristabilire il primato della virtù sul malcostume.

43 visualizzazioni0 commenti