top of page

"IL CERVIM" E LA VITICOLTURA EROICA, AUDITORIUM AGORA DI MONACO IL 12 OTTOBRE 2023 H.18,30 (VIDEO)

Aggiornamento: 24 set 2023


I Paesaggi della Viticoltura Eroica: Qualità e Biodiversità, due valori di un territorio sostenibile.

Questo il tema di un nuova conferenza organizzata dall’Osservatorio del Paesaggio Transfrontaliero della Riviera Italiana e Francese, OdP-TRIF, sotto l'alto patrocinio dell'Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco.L’evento si terrà giovedì 12 ottobre 2023, alle ore 18,30 nell’Auditorium dell’ AGORA, Maison Diocésaine de Monaco, 18 Rue Bellevue. L'ingresso è gratuito ma come sempre è consigliata la prenotazione del posto attraverso la nostra piattaforma alla pagina: https://www.qualityoflifemc.com/event-details/i-paesaggi-della-viticoltura-eroica-qualita-e-biodiversita-due-valori-di-un-territorio-sostenibile

La conferenza sarà preceduta dal saluto ai presenti di S.E. Giulio ALAIMO Ambasciatore Italiano nel Principato di Monaco e sarà coordinata dal Presidente dell'Associazione OdP-TRIF Italo Muratore. A Stefano CELI, Presidente del CERVIM, assieme alla presentazione dell’importante Centro Valligiano, spetterà il compito di illustrare ai convenuti gli aspetti sociali e imprenditoriali affrontati e sostenuti dalla Viticoltura Eroica, o terrazzata, in Italia ed in Europa. Il Professor Marco DEVECCHI, Consigliere OdP-TRIF e membro del Comitato Tecnico-Scientifico del CERVIM, ed il Consigliere del CERVIM Roberto GAUDIO, tratteranno gli importanti aspetti legati alle tematiche tecniche del settore ed alle importanti implicazioni paesaggistiche per i territori montani e ad alta acclività sia delle coste che delle retrostanti vallate, anche insulari.Parteciperanno colloquialmente alla conferenza con i loro contributi divulgativi Filippo RONDELLI, Azienda TERRE BIANCHE produttrice del Rossese di Dolceacqua (IM) e del Vermentino e Marco TEMESIO della Azienda Agricola CASCINA NIRASCA di Pieve di Teco (IM) produttrice del vino Ormeasco e vini liguri DOC. Come sempre, un momento conviviale con degustazione di prodotti gastronomici del Ponente Ligure e dei vini dei produttori eroici presenti e rappresentati concluderà l'evento.

Il CERVIM, organismo internazionale, istituito dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta nel 1987 ed attualmente regolato dalla L.R. n.17 del 11.08.2004, si propone di valorizzare e promuovere la viticoltura eroica e montana, caratterizzata da forti pendenze, piccole superfici, difficoltà di gestione, elevati costi di produzione ma anche da un inestimabile valore paesaggistico, socioculturale e di conservazione delle pendici dal rischio erosivo. La viticoltura di suo interesse è caratterizzata da difficoltà strutturali permanenti, quali: altitudine superiore ai 500 mt, ad esclusione dei sistemi viticoli in altopiano; pendenza del terreno maggiori del 30%; sistemi viticoli su terrazze o gradoni; sistemi viticoli delle piccole isole. Il Centro, che ha sede in Valle d’Aosta, opera dalla fine degli anni ’80 e persegue i seguenti obiettivi: salvaguardare, sostenere, valorizzare e promuovere la viticoltura estrema, caratterizzata da montagna, forti pendenze, terrazzamenti e isolamento, minacciata dall’abbandono a causa delle caratteristiche del territorio e dei costi elevati di produzione; intrattenere rapporti con enti, pubblici e privati, che a qualunque titolo si occupano di protezione e di valorizzazione del settore vitivinicolo, anche attraverso la stipula di accordi e di convenzioni; promuovere iniziative tecniche, scientifiche, culturali e promozionali inerenti la viticoltura estrema, anche attraverso l’organizzazione di un concorso enologico; favorire nelle zone a viticoltura estrema la presenza dell’uomo, la conservazione dell’ambiente, la tutela del paesaggio e il mantenimento di un tessuto sociale e culturale costituente presupposto per l’attivazione di processi di sviluppo rurale; valorizzare la qualità dei vini estremi, sviluppando la ricerca, l’innovazione tecnologica e la divulgazione delle conoscenze acquisite; proporsi come organismo di coordinamento della viticoltura estrema presso gli organi e le istituzioni operanti a livello regionale, nazionale ed internazionale.


176 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page