top of page

LENTICCHIE, CIPOLLA EGIZIANA LIGURE E ORTICHE UN PIATTO PROTEICO, DISINTOSSICANTE, ANTINVECCHIAMENTO

Le lenticchie sono il più antico alimento del quale si ha testimonianza scritta. A basso contenuto di grassi, ma ricche di proteine, fibre e sali minerali, sono infatti un concentrato di nutrienti indispensabili per il nostro benessere. Se cotte in acqua bollente non salata, hanno un modesto contenuto energetico: la somma calorica è di circa 92 kcal per 100 g di prodotto. A fornire energia sono principalmente i carboidrati (16,3 g), che rappresentano oltre il 65% dei macronutrienti totali. Considerevole è anche la quota di proteine (6,9 g), specie se rapportata alla media degli alimenti del regno vegetale, mentre il contenuto di grassi è pressoché irrisorio (0,4 g).

Naturalmente prive di colesterolo, le lenticchie sono ricche di fibre, per lo più di tipo insolubile, e di antiossidanti, tra i quali flavonoidi e niacina. Apportano anche una discreta quantità di vitamine, in particolare del gruppo B e K. Sono inoltre una buona fonte di minerali, tra i quali spiccano ferro, fosforo, magnesio e potassio.

La cipolla egiziana è coltivata e studiata in Cina da svariati secoli. In Italia la troviamo nella Val Nervia in provincia di Imperia. La letteratura scientifica locale ha rilevato come la cipolla egiziana appartenga al ristretto gruppo dei prodotti che stimolano il nervo trigemino nell’essere umano. Ciò si deve specificatamente alla presenza di un particolare enzima, l’alliina liasi, in grado di intervenire non solo sui ricettori del gusto, ma su tutto lo spettro sensitivo del nervo trigemino. Si tratta di una proprietà fondamentale per mantenere in salute la polpa dentale, proteggendo di conseguenza i denti. L’ortaggio dispone di elevate percentuali di vitamina C, sostanza dalle molteplici funzioni. La vitamina C è nota in primo luogo per la sua efficacia nello stimolare le difese del sistema immunitario, soprattutto in relazione alla prevenzione delle affezioni respiratorie e delle sindromi influenzali. La vitamina C svolge oltretutto una essenziale azione antiossidante, proteggendo l’organismo dall’aggressione dei radicali liberi e contrastando così l’invecchiamento cellulare precoce. A questa preziosa sostanza si deve poi un contributo significativo nella produzione di collagene, proteina che costituisce la struttura di tutti i tessuti del corpo, dalla pelle ai muscoli.

Le proprietà diuretiche e antinfiammatorie dell'ortica sono note già da tempo alla medicina popolare, che sfrutta le foglie di questa pianta proprio per favorire la diuresi e per il trattamento di reumatismi, artriti, dolori muscolari e dolori articolari. È un ottimo depurativo del fegato che si utilizza soprattutto in primavera quando le sue foglie appena spuntate sono al massimo della loro potenza.

Dopo avere cotto in acqua bollente non salata le lenticchie, preparare un soffritto a fuoco lento, in poco olio di oliva, di cipolla egiziana ligure e di ortiche tagliuzzate con le forbici in una padella. Aggiungere le lenticchie e lasciarle amalgamare per pochi minuti.

46 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page